SERIE A 16^ giornata: Came Dosson-Pescara 7-4

SERIE A 16^ giornata: Came Dosson-Pescara 7-4

 

CAME DOSSON-PESCARA

7-4 (2-2 p.t.)

 

 

 

 


CAME DOSSON: Morassi, Belsito, Vieira, Alemao, Schiochet, Giuliato, Di Guida, Bellomo, Crescenzo, Sviercoski, Grippi, Massafra. All. Rocha.

PESCARA: Pietrangelo, Ercolessi, Rescia, Borruto, Cuzzolino, Yeray, Caputo, Salas, Sanchez, D'Onofrio, Berardi, Mudronja. All. Patriarca.

MARCATORI: 4'10'' p.t. Grippi (C), 10'42'' Vieira (C), 14'51'' t.l. Cuzzolino (P), 17'45'' t.l. Cuzzolino (P), 0'18'' s.t. Schiochet (C), 1'51'' Salas (P), 3'54'' Grippi (C), 8'42'' Schiochet (C), 18'54'' Belsito (C), 19'28'' Rescia (P), 19'57'' Alemao (C).

AMMONITI: Cuzzolino (P), Grippi (C), Alemao (C), Massafra (C), Belsito (C), Salas (P), Pietrangelo (P).
 

ESPULSI: al 8'18'' del s.t. Cuzzolino (P) per somma di ammonizioni.

ARBITRI: Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia), Simone Micciulla (Roma 2) CRONO: Walter Suelotto (Bassano del Grappa).

 

Ennesima vittoria da ricordare per la Came del presidente Zanetti e Paladosson che miete un'altra vittima illustre del massimo campionato italiano di calcio a 5. Niente da fare infatti per il Pescara caduto sotto i colpi dei ragazzi di mister Rocha, autori di una prova di grande maturità che li certifica tra gli assoluti protagonisti della stagione in corso. Gara avvincente e sempre in bilico fino a metà della ripresa, con capitan Bellomo e compagni comunque sempre in partita senza alcun timore reverenziale nei confronti dei blasonati avversari.

La cronaca. Parte subito forte la Came che appena due minuti si affaccia pericolosa in area pescarese ma il tiro di Japa, servito da Alemao dopo che questi ha saltato il portiere, viene respinto dalla retroguardia ospite. Vantaggio solo rimandato per capitan Bellomo e compagni: azione travolgente di Japa che serve in area Grippi abilissimo a saltare in dribbling Pietrangelo e depositare in rete. La reazione ospite è affidata ad Ercolessi che a metà del primo tempo ha una doppia occasione: prima la sua conclusione non inquadra la porta al termine di una veloce azione in contropiede, poi sfiora il palo con un tiro da posizione laterale. Non sbaglia invece Japa che approfitta di un'azione di Alemao a fermare una sortita avversaria e da ottima posizione scarica di potenza in rete per il 2-0 Came. I ragazzi di mister Rocha sembrano di poter controllare la gara ma alcune accelerazioni dei fuoriclasse del Pescara li portano a commettere qualche fallo di troppo e a subire di conseguenza due tiri liberi: Cuzzolino si dimostra cecchino infallibile e va in rete in entrambe le occasioni per il 2-2 su cui si chiude il primo tempo.

Inizio ripresa subito scoppiettante. Vantaggio Came dopo pochi secondi grazie a Murilo che riceve da Japa e davanti a Pietrangelo lo supera con un morbido pallonetto. Risposta immediata del Pescara che pareggia con Salas sugli sviluppi di un corner. Nuovo vantaggio Came con Grippi che realizza grazie ad una conclusione chirurgica a fil di palo dopo aver ricevuto palla da Belsito. Episodio importante che decide la gara a metà della ripresa è il secondo cartellino giallo rimediato da Cuzzolino per simulazione: sull'azione che segue Came che sfrutta immediatamente la superiorità numerica per portarsi ancora con Murilo sul 5-3. A 7 minuti dalla sirena mister Patriarca gioca la carta del quinto uomo di movimento ma il possesso palla del Pescara risulta sterile; anzi è la Came a portarsi sul 6-3 con Belsito che interrompe un'azione avversaria ed insacca nella porta sguarnita la rete che a poco più di un minuto dalla sirena chiude i giochi e fa esplodere di gioia i tifosi di casa. Nei concitati secondi finali c'è il tempo per le reti, ininfluenti ai fini del risultato, di Rescia e Alemao che fissano il risultato sul 7-4 finale.