Serie A - 1^ giornata: Meta Catania-Came Dosson 2-2

Serie A - 1^ giornata: Meta Catania-Came Dosson 2-2

 

META CATANIA BRICOCITY-CAME DOSSON 2-2 (1-0 p.t.) 


META CATANIA BRICOCITY: Tornatore, Constantino, Azzoni, Musumeci, Dalcin, Messina, Silvestri, Di Guida, De Oliveira, Tres, Amoedo, Espindola, L. Musumeci, Thiago Perez. All. Samperi.

CAME DOSSON: Morassi, Belsito, De Matos, Vieira, Murilo Schiochet, Fusari, Bellomo, Sviercoski, Igor, Ronzani, Grippi, Rosso, Cappelletto, Pietrangelo. All. Rocha.

MARCATORI: 19’ p.t. Constantino (M), 9’ s.t. Fusari (CD) 14’ Murilo Schiochet (CD), 14’30’’ Constantino (M).

AMMONITI: Constantino (M), Vieira (CD), Belsito (CD).

ESPULSI: al 18’ del s.t. Belsito (CD) per somma di ammonizioni.

ARBITRI: Luigi Alessi (Taurianova), Fabrizio Schirripa (Reggio Calabria) CRONO: Antonio Turiano (Reggio Calabria).

 

La Came Dosson di mister Rocha torna a casa dall'insidiosa trasferta di Catania con un punto prezioso, in relazione alle difficoltà incontrate durante la gara, per merito di un Meta Catania per nulla intimorito al debutto in Serie A e sostenuto da un pubblico meraviglioso. 
La cronaca. Prime battute di gara con dominio territoriale della Came ma la prima occasione è dei padroni di casa con Tres che serve Costantino il quale da posizione defilata calcia fuori. L'occasione da coraggio al Meta che alza il baricentro e si affaccia con buona regolarità dalle parti di Morassi; per i biancoblu invece c'è bisogno dell'ingresso di capitan Bellomo per pungere dalle parti di Tornatore. I ritmi si mantengono alti per gran parte del primo tempo, in campo c'è un sostanziale equilibrio e il punteggio rimane a lungo inchiodato sullo 0-0 nonostante le occasioni non manchino da ambo le parti, merito dei due portieri e della scarsa precisione dei protagonisti in campo. Ma proprio quando sembra che la prima frazione di gioco termini a reti inviolate, arriva il vantaggio degli etnei con Costantino che supera Morassi con un preciso tiro incrociato.
Ad inizio ripresa la volontà dei ragazzi di mister Rocha di riprendere il risultato si scontra contro l'entusiasmo del Catania sostenuto dal numeroso pubblico accorso per il debutto in Serie A; Morassi deve fare gli straordinari in più di un'occasione per evitare che il passivo aumenti. Gli sforzi del portierone biancoblu vengono premiati a metà della ripresa con Fusari che sfrutta bene una sponda di Japa Vieira per battere a rete: Tornatore compie un miracolo ma sulla sua respinta ancora il laterale trentino è il più lesto ad appoggiare in rete. La rete accende ancora di più la gara, le squadre si allungano e si sbilanciano alla ricerca della rete del vantaggio e le occasioni da gol non mancano. Al 14' l'episodio che potrebbe cambiare la gara: Espindola perde una palla velonosa e Murilo ne approfitta per il 2-1 a favore dei biancoblu. Il vantaggio dura però pochissimo: Costantino sorprende la retroguardia ospite e con un morbido pallonetto supera Morassi per il 2-2. Finale in affanno per la Came con Belsito che a poco più di 2'dalla sirena è costretto al sesto fallo Came, che costa tra l'altro al centrale argentino anche la seconda ammonizione: il tiro libero di Musumeci viene respinto da Pietrangelo e nella successiva superiorità numerica i ragazzi di mister Rocha difendono con ordine mantenendo il risultato sul 2-2 finale.