Stagione 2017/2018 - Intervista ad Andrea Cestaro

Stagione 2017/2018 - Intervista ad Andrea Cestaro

 

 

STAGIONE 2017/2018

INTERVISTA AD ANDREA CESTARO

 

 

 

Alla vigilia di gara 1 della semifinale dei Play Off Scudetto ascoltiamo le parole di Andrea Cestaro, team manager e direttore sportivo della Came Dosson

 

Andrea raccontaci come hai vissuto con la squadra gara 3 dei quarti di finale; i giorni che l'hanno preceduta, le ore prima del fischio d'inizio, la gara e la festa finale. 

I quarti di finale con il Napoli sono stati una serie di emozioni forti. Sono stati 8 giorni molto intensi, consapevoli di potercela fare in qualsiasi momento ma allo stesso tempo con l’incertezza che questo sport può dare. Il “passo falso” in gara 1 poteva essere determinante e invece la bellissima prestazione a Napoli ha dato a noi la spinta giusta per l’ultima partita. Quindi i giorni prima, le ore prima di gara 3, in noi c’era molta positività, tanta tensione ma positiva. Vincere, passare in semifinale, davanti il nostro pubblico è stato meraviglioso, è stata una gioia immensa.

Cosa significa per la società Came Dosson C5 aver raggiunto questo importante risultato? 

Questa stagione in generale ci sta regalando grandissime gioie, ci sta ripagando dei numerosi sforzi che tutti stiamo facendo negli ultimi anni. Stiamo lavorando molto per la crescita continua di questa società e questi risultati sportivi ci danno una grandissima spinta per continuare.

Quali sono gli ingredienti speciali di questa splendida stagione? 

Sono gli stessi ingredienti che hanno permesso a questa società di passare dalla serie D alla serie A in 15 anni. Il più importante è quello sicuramente di riuscire ad imparare dai propri errori e migliorarsi di giorno in giorno senza mai fare il passo più lungo della gamba. Questa è la Came! 

Quali sono le cose che ti hanno maggiormente sorpreso positivamente? 

Sicuramente i ragazzi e lo staff. In campo e fuori, nelle partite ma soprattutto negli allenamenti, durante tutto l’anno sono riusciti a formare un gruppo forte che ha basato tutto sul lavoro giornaliero. Questo ci ha permesso di passare da una sorpresa ad una bellissima realtà, tra le prime 4 in Italia.

Pensando alla prossima stagione ritieni sia più difficile confermarsi a questi livelli o migliorarsi? 

Vogliamo prima di tutto continuare a pensare a questa stagione, siamo in semifinale scudetto e vogliamo provarci fino in fondo. Vogliamo goderci in pieno questo momento.
Per la prossima stagione sappiamo che sará difficile riconfermarsi a questi altissimi livelli, come quest’anno ci saranno squadre con budget molto più alti del nostro, ma noi continueremo sicuri che il lavoro giornaliero è la gran forza. 
Ma ci penseremo a fine di questa stagione che spero sia ancora lunga.